Maggio 2005

Comunicato Stampa - 05
 


IMMIGRATI IMPRENDITORI, CRESCE IL BISOGNO DI FORMAZIONE

A Milano il 10% delle imprese è diretta da immigrati:
con il progetto IMPRENDI, un nuovo modello di apprendimento informale per sostenere queste realtà emergenti



Comunicato stampa

Milano, 16 maggio 2005 - Aumentano in Italia le ditte gestite da titolari immigrati. La Camera di Commercio milanese all’inizio del 2005 ha annunciato l'imminente sorpasso: le imprese registrate con il nome di un Brambilla, a fine 2004, erano solo una più di quelle di proprietà di un Abdel. La Lombardia è la regione italiana con il tasso di crescita più alto per queste nuove realtà imprenditoriali: nella provincia di Milano sono nate il 54% delle 27.000 nuove imprese lombarde. Le aree in cui si concentrano maggiormente sono tre: il commercio, l’edilizia e l’industria manifatturiera.

Questo nuovo quadro socioeconomico ha dato lo spunto per diversi studi ed incontri. Lo scorso 12 maggio, presso la Camera di Commercio di Milano, si è svolto il convegno: Da migranti a imprenditori. La crescita delle imprese di immigrati a Milano e in Lombardia, organizzato da Formaper, azienda speciale della stessa CCIAA. Durante l’incontro è stata presentata la ricerca Migranti imprenditori in Lombardia e provincia di Milano. I dati dello studio hanno evidenziato come la Lombardia ed in primis Milano siano un terreno molto fertile per queste nuove iniziative imprenditoriali. Al dibattito hanno partecipato esponenti di diversi enti, associazioni ed istituzioni di categoria lombarde, che hanno presentato programmi per confrontarsi meglio con questa nuova realtà.
È stata sottolineata tanto la necessità di risolvere i problemi d’integrazione linguistica e culturale quanto quella di snellire la lungaggine burocratica e le difficoltà di accesso al credito.
Ma il punto fondamentale è la formazione di questa classe imprenditoriale nascente, che deve essere aiutata a conoscere il contesto sociale in cui opera, il nostro sistema-Italia e le tematiche relative alla gestione d’impresa.

Per rispondere a questa esigenza Didael sta realizzando, in collaborazione con Unione Artigiani della Provincia di Milano, Unione del Commercio dei Servizi del Turismo e delle Professioni della Provincia di Milano e Compagnia delle Opere, il progetto IMmigrati imPRENDItori (IMPRENDI), promosso dalla Camera di Commercio di Milano.
Si tratta di un’iniziativa rivolta a immigrati imprenditori delle PMI e delle Imprese Artigiane per la diffusione della cultura digitale e della cultura d'impresa. Il progetto è finalizzato ad accompagnare l’immigrato imprenditore in un percorso di conoscenza e approfondimento di temi relativi alle esigenze specifiche delle imprese e all'uso di modalità innovative di comunicazione, basate sulle tecnologie digitali, nel proprio ambito professionale. Il progetto si basa sul modello innovativo dell'apprendimento informale, per il quale una parte considerevole di ciò che impariamo, in particolare di ciò che siamo in grado di utilizzare nell’ambito del lavoro, non proviene da corsi strutturati e formalizzati, ma da molteplici fonti con cui veniamo in contatto in modo più o meno casuale, quali letture di libri e di giornali, esplorazioni su Web attraverso motori di ricerca o portali di riferimento, dialogo con colleghi o conoscenti. Per questo il progetto assegna un ruolo fondamentale alla comunicazione e alla collaborazione, supportate anche a distanza da tecnologie digitali quali la videoconferenza, così come all’uso di nuove metodologie per valorizzare e condividere la conoscenza emersa nel dialogo e facilitare la consultazione di materiali di formazione e informazione.

Per maggiori informazioni: http://www.didael.it/sito/case_study/c_s_imprendi.htm

Didael opera nel mercato dell'e-learning: è il principale operatore italiano a offrire soluzioni e servizi integrati indirizzati principalmente al segmento enterprise (grandi aziende e PMI), alle istituzioni pubbliche e al mondo della scuola. La mission di Didael è quella di essere un "Learning Service Provider", di costituire, cioè, un punto di riferimento per le imprese che desiderano fare della formazione online uno degli asset societari.


Ufficio stampa Didael
02-54.18.09.24
press@didael.it

[Indietro]