Archivio del Settembre, 2008

Blog

Il termine Blog è una contrazione di “weblog”, una parola inglese che deriva dall’unione di “web” e “log” (diario di bordo, o, in campo informatico, registrazione degli accessi); descrive una nuova forma editoriale online, semplice, veloce e in genere molto personalizzata.

La struttura del blog comprende brevi interventi presentati in ordine cronologico e archiviati in specifiche categorie; ogni intervento raccoglie brevi riflessioni dell’autore, idee, esperienze, segnalazioni di link ad altre pagine web che si sono trovate utili e interessanti.

A metà tra siti amatoriali e forum di discussione, i blog devono il loro successo alla semplicità di pubblicazione (tutta in modalità automatica, senza bisogno di competenze informatiche) e alla possibilità di confronto immediato tra autore e lettori (questi infatti possono inviare i loro commenti agli interventi pubblicati).

I blog vengono utilizzati sia come diari personali, per mettere online proprie vicende o eventi di cui si è stati testimoni, sia come contenitori di notizie (nell’ambito di comunità professionali, o tra gli appassionati di un determinato argomento, o anche come forma di giornalismo “dal basso”).

Nell’ambito della formazione i blog sono utilizzati sia a livello personale, per stimolare la rielaborazione personale e la valorizzazione delle conoscenze informali rispetto alla materia di studio, sia nel gruppo come strumenti di apprendimento collaborativo.

Add comment Settembre 30th, 2008

Basilea 2

Basilea 2 è l’accordo internazionale sui requisiti patrimoniali delle banche entrato in vigore nel 2007. Gli Accordi di Basilea sui requisiti patrimoniali delle banche sono il frutto del lavoro del Comitato di Basilea, istituito dai governatori delle Banche centrali dei dieci paesi più industrializzati (G10) alla fine del 1974. Il Comitato opera in seno alla BRI, Banca dei Regolamenti Internazionali, con sede a Basilea, un’organizzazione internazionale che ha lo scopo di promuove la cooperazione fra le banche centrali ed altre agenzie equivalenti allo scopo di perseguire la stabilità monetaria e finanziaria.

Nel gennaio 2001 il Comitato di Basilea ha pubblicato il documento “The New Basel Capital Accord” un documento di consultazione per definire la nuova regolamentazione in materia di requisiti patrimoniali delle banche: l’obiettivo era quello di giungere, attraverso il confronto con le autorità di vigilanza dei vari paesi ed una serie di indagini quantitative, ad un testo definitivo entro la fine del 2003, mentre l’attuazione dell’accordo era prevista per la fine del 2006.

Secondo quanto prevede Basilea 2, le banche dei paesi aderenti devono accantonare quote di capitale proporzionali al rischio derivante dai vari rapporti di credito assunti, valutato attraverso il rating, lo strumento di valutazione dell’impresa e della sua attitudine a generare nel tempo le risorse necessarie al pagamento dei debiti contratti per l’acquisizione dei fattori produttivi. I clienti verranno classificati in base alla loro rischiosità, attraverso procedure di rating sempre più sofisticate.

La diffusione di nuovi modelli di rating interno rappresenterà un cambiamento di grande portata anche nel rapporto tra banche ed imprese, intervenendo nel ridefinire i confini dei rispettivi rapporti di relazione informativa ed operativa: la funzione finanza diverrà tanto importante quanto quella commerciale, organizzativa o tecnologica.

Per conoscere al meglio gli accordi previsti da Basilea2, la Camera di Commercio di Milano, anche attraverso Cedcamera, ha messo a punto soluzioni e servizi adatti a tutte le imprese.

Per maggiori informazioni:

http://www.mi.camcom.it/show.jsp?page=408687

http://www.cedcamera.com/index.phtml?Id_VMenu=198

Add comment Settembre 24th, 2008

Avatar

Con il termine Avatar si fa riferimento all’immagine virtuale digitale che rappresenta una persona negli ambienti on line. Il termine originario deriva dalla lingua sanscrita e significa “incarnazione in forma umana”. La parola avatar viene usata principalmente negli ambienti virtuali nei quali assume il significato di corpo digitale dell’utente. Esistono diverse tipologie di avatar a seconda della realtà virtuale in cui vengono utilizzati. Gli avatar possono assumere un aspetto standard oppure essere modellati dall’utente in base alle proprie preferenze. Anche la funzione svolta dagli avatar può variare a seconda della complessità dell’ambiente digitale di riferimento: essi possono costituire delle semplici rappresentazioni visive degli utenti o possono diventare i veri e propri mezzi attraverso i quali gli utenti si muovono nella realtà virtuale ed interagiscono fra loro. Un esempio di utilizzo complesso degli avatar è costituito dai mondi virtuali tridimensionali sul web quali ad esempio Second Life. In Second Life gli utenti, attraverso il proprio avatar, possono esplorare la realtà virtuale in cui si trovano e compiere virtualmente tutte le attività che svolgono quotidianamente nella vita reale. Essi possono modellare il mondo virtuale attraverso le apposite tecnologie 3D messe loro a disposizione, incontrarsi ed interagire fra loro, fare business, lavorare, studiare, ecc. Alcune grandi aziende infatti, soprattutto nei settore della comunicazione, della moda, dell’intermediazione finanziaria e dell’ICT, hanno deciso di sfruttare le potenzialità offerte da Second Life per testare virtualmente prima dell’immissione sul mercato prodotti e servizi in base al loro gradimento da parte degli avatar/utenti. Si prevedono sviluppi nell’utilizzo degli avatar anche negli ambienti virtuali di apprendimento; in questo caso gli utenti, attraverso il proprio avatar, potranno comunicare ed interagire secondo modelli di apprendimento collaborativo non solo attraverso il dialogo ma anche attraverso l’azione.

Add comment Settembre 16th, 2008

Autenticazione

Per autenticazione si intende la procedura per cui, attraverso l’immissione di un nome utente (user id) e di una sequenza segreta di caratteri (password) un sistema verifica l’identità di un utente. In un ambiente di e-Learning, l’autenticazione consiste nella procedura codificata (detta protocollo) con cui il sistema attesta l’autenticità delle informazioni relative ai singoli utenti, ne consente l’accesso, assicura che ciascuno veda solo i contenuti per i quali è autorizzato, garantisce che nelle funzionalità di collaborazione i messaggi siano inviati al destinatario corretto.

L’integrazione di un sistema di autenticazione con sistemi di crittografia dei dati e privilegi di accesso garantiscono la sicurezza e la inviolabilità delle informazioni relative ai corsi e alle persone.

Garantendo l’identità dell’utente, il processo di autenticazione permette di monitorare, durante e dopo il percorso formativo in rete, i risultati raggiunti dal partecipante stesso. In questo modo è anche possibile creare percorsi formativi personalizzati, in cui ogni utente, sulla base delle sue caratteristiche, ha accesso a determinate risorse e funzionalità che possono essere diverse da quelle di altri partecipanti.

Add comment Settembre 11th, 2008

Application Service Provider

Acronimo di Application Service Provider (in italiano: “fornitore di servizi relativi ad applicazioni informatiche”), con ASP si indica un’organizzazione che gestisce e distribuisce software su Internet che sarebbe altrimenti necessario installare direttamente sul computer del cliente.

Gli ASP risparmiano ai propri clienti il costo relativo all’acquisto dei software che è gestito in “outsourcing” dall’ASP. Ciò significa che i clienti pagano all’ASP per l’uso del software, ma non ne detengono la proprietà.

Nel settore dell’e-learning si parla di LSP (Learning Service Provider) o di ESP (Educational Service Provider), cioè di un ASP specializzato che offre servizi di e-learning management e software di erogazione di e-learning attraverso il pagamento di un abbonamento.

In un contesto prettamente informatico, l’acronimo ASP assume un significato differente, indicando l’Active Server Page, un ambiente di programmazione che combina elementi di HTML e di scrittura.

Add comment Settembre 3rd, 2008


Temi

Calendario interventi

Settembre 2008
L M M G V S D
« Ago   Ott »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Link

Archivi